Parapetti e reti di protezione anticaduta: quali gli usi?

I DPC, ovvero i dispositivi di protezione collettiva come i parapetti di protezione anticaduta e le reti anticaduta permanenti, sono la soluzione più efficace per ridurre il rischio di caduta dall’alto durante lo svolgimento di lavori in copertura.

Quando è meglio prevenire che curare

 Parliamo di riduzione e non di eliminazione totale del rischio perché, nel lavoro in quota, il completo annullamento della percentuale di rischio è spesso impraticabile. Nelle mansioni in quota, infatti, risulta indispensabile stare allerta su diversi fronti: non è solo necessario prevenire i rischi diretti derivanti dalla caduta in sé e per sé, ma anche quelli susseguenti la caduta stessa.

 La guida tecnica fornita dall’Inail, l’Istituto Nazionale per l’Assicurazione degli Infortuni sul Lavoro, classifica ben quattro diverse tipologie di rischio:

  • i rischi prevalenti, come la caduta dall'alto per i lavori in quota o per il montaggio e lo smontaggio delle reti di sicurezza, o come il rischio di urto contro le reti derivante dalla caduta stessa;
  • i rischi concorrenti come il rischio di natura atmosferica, assolutamente imprevedibile e che può inficiare anche il più collaudato piano di sicurezza sul lavoro; oppure come la caduta dovuta a fattori quali la scarsa visibilità, l’abbagliamento, le vertigini, il colpo di calore, la scarsa e inadeguata capacità portante della superficie.
  • i rischi susseguenti la caduta, come: l’intralcio o l’inciampo su DPI, l’effetto pendolo, la sospensione inerte del corpo.
  • I rischi derivanti dall'attività lavorativa: tutte le altre forme di rischio che dipendono dalla specifica tipologia di attività svolta.

 Ecco, quindi, a fronte di questo ampio ventaglio di pericoli, che entrano indispensabilmente in gioco i sistemi di protezione collettiva, primi tra tutti i parapetti e le reti di protezione anticaduta.

Vediamo nel dettaglio cosa sono e in che campi di utilizzo operano per garantire la nostra sicurezza!

 

 Le reti di sicurezza anticaduta

 Le reti di protezione anticaduta permanenti sono un elemento indispensabile in caso di lavoro sulle coperture di magazzini e, in generale, di strutture con superfici sfondabili come porzioni di copertura in policarbonato translucido e lucernari apribili o fissi.

 Prima dell’installazione, è necessario svolgere uno studio approfondito del luogo di installazione, per determinare elementi quali:

  • l’inclinazione del piano di lavoro
  • l’altezza di installazione del dispositivo anticaduta
  • l’eventuale presenza di ostacoli che ne vanificherebbero l’efficacia.

 Il tutto per determinare la tipologia di reti di sicurezza anticaduta più adeguata ma che, comunque, Pegaso produrrà in acciaio e secondo la certificazione agrement tecnico n. 647/09.

 

 I parapetti di protezione anticaduta

 I parapetti di protezione anticaduta, fissi e autoportanti, sono stati ideati per la messa in sicurezza di coperture dei capannoni industriali e sono disponibili in diverse configurazioni: a facciata, sulla sommità della veletta perimetrale, oppure mediante l’utilizzo di contrappesi in CLS per evitare fori nel manto di copertura.

 Per scoprire quale sistema di protezione collettiva può soddisfare le tue esigenze, richiedi una consulenza ai nostri esperti! Pegaso saprà consigliarti i sistemi anticaduta più adatti alla tua azienda!